Fernando Clementi – “Comunicato aziendale”

Riceviamo e volentieri giriamo così come ci è pervenuta

 

Comunicato Aziendale, sotto titolo, risoluzione strategica.

Con la presente, il Presidente e tutti i componenti del Soviet d’Amministrazione, portano a conoscenza dei dipendenti, dei fornitori, dei clienti e di tutta la opinione pubblica, che in data odierna la Società Terrorismi Associati, proprietario e gestore dei marchi BR, NAP, Prima Linea, Pistoleri Scaltri, Scoiattoli Esplosivi, Armati di Mezzo Mondo Sparate, Vieni Avanti Bombarolo e altri sottomarchi a carattere regionale, provinciale, comunale e condominiale, a seguito dei continui cambiamenti climatici, emozionali, e a causa del decrescente interesse per i prodotti del nostro supermercato rivoluzionario, con decorrenza immediata termina tutte l’attività produttive ed ideative, lasciando per ora aperta solo la parte relativa ai ricambi tecnici, agli scambi informativi e alle incombenze confessionali.

Dopo oltre un trentennio di onorata militanza siamo giunti, come sempre in totale segretezza, alla determinazione che non sia più remunerativo mantenere inalterate le caratteristiche originarie dell’attività, e le nuove fusioni non hanno garantito quei risultati spe(a)rati su cui tanto confidavamo, per tanto e con profonda nostalgia per i bei attentati prodotti in passato, ci siamo visti costretti a chiudere tali azioni rivoluzionarie.

I nostri ringraziamenti vanno al Popolo, che in totale uso gratuito ci ha fornito l’utilizzo a tempo indeterminato dei marchi “Proletariato” e “Rivoluzione”, marchi che ci hanno permesso di espandere l’attività senza possibilità di confusione ed in pieno regime di monopolio. Con la chiusura restituiamo l’uso dei marchi anche se attualmente nessun interesse verso di essi ci sembra possibile.

Altresì estendiamo i ringraziamenti ai nostri dipendenti che, con abnegazione ed in spregio di ogni umana considerazione altrui, hanno sempre anteposto le esigenze dell’Azienda Terroristica sopra ogni cosa, vite comprese. Per i dipendenti che al momento sono in missione o espletano il lavoro in trasferta, vedi carceri, galere, celle, cellette, monasteri, ministeri, governo e quant’altro, informiamo che le loro liquidazioni con annessi oneri fiscali, si intendono sospese fino a data da destinarsi, ma a costoro non faremo mai mancare la pagnotta con la lima e l’album riepilogativo dell’attività Aziendale.

Si ringraziano con esplosivi pensieri i nostri cari fornitori, Parlamenti o Stati che furono, associazioni caritateli o semplici Enti Pubblici, Partiti e Movimenti, per la loro incessante opera di fornitura ideologica, tecnica e logistica. Restituiamo a costoro i tesserini dei vari servizi segreti, in quanto smagnetizzati per il continuo abuso.

Non possiamo non ricordare, inoltre, il gran numero di sostenitori privati, che sotto le insegne di fiancheggiatori, hanno permesso che molti dei nostri prodotti venissero promozionati e venduti in totale sicurezza, ad essi va il nostro caricatore, la posta inevasa, i ritrovamenti futuri e i nostri Risiko usati.

Come non ricordare la sterminata platea dei Cani Sciolti, che con il loro non schierarsi ci hanno sempre permesso di condurre, senza guardarci alle spalle, le nostre migliori azioni promozionali. Si restituisce a costoro una coscienza immacolata con l’auspicio che se ne possano vantare con gli amici al bar.

Si estendono i ringraziamenti agli organi di Stampa, che più che organi si sono dimostrati, in moltissime occasioni, vere e proprie grancasse di risonanza. Alle Poste Italiane, che ci hanno permesso di non affiggere il francobollo per le nostre continue spedizioni, alla Polaroid per le sue macchine e le sue pellicole, alle società di passamontagna, berretti, giacconi e abiti da attentato. Ai locatari di immobili, per la sfrontatezza con la quale, dopo, si mostravano meravigliati per non aver capito a chi affittassero le case.

Ma uno speciale ringraziamento lo vorremmo conferire alle molte persone, grazie alle quali, ogni nostra campagna promozionale è diventata un successo, parliamo delle vittime, grazie amici, vi abbiamo scelto con cura e ci avete ripagato con estrema gentilezza, senza di Voi non saremmo rimasti che delle frange impazzite, mentre con voi siamo assurti al ruolo di protagonisti.

Ma il grandissimo ringraziamento finale va al nostro amato concorrente, lo Stato, che, grazie alla sua stoltezza, impreparazione, complicità e connivenza, ci ha permesso l’espansione territoriale e mentale, senza la quale nessuna attività sarebbe mai stata possibile. Restituiamo allo Stato ciò che gli spetta, la coscienza sporca.

Ora a nome dei miei colleghi auguro a tutti una buona continuazione, e con l’augurio che ci possano essere altre occasioni di attentati, esprimo il mio personale ringraziamento… non perdiamoci di vista, mi raccomando.

 

In mala-fede

Il Presidente del Soviet d’Amministrazione

Il Gobbo

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...